I parcheggi di scambio

Oltre a quelli esistenti, il sistema Metrovia prevede un raddoppio dei parcheggi di scambio, 12.000 posti auto aggiuntivi per incentivare il trasporto su ferro e limitare quello su gomma

Obiettivo della Metrovia è quello di ridurre il trasporto su gomma in città. A tale scopo il progetto prevede un sistema di parcheggi di scambio aggiuntivi in prossimità del G.R.A., delle consolari o delle arterie a scorrimento veloce, al fine di favorire il rilascio dell’automobile alle porte della città e lo spostamento urbano su ferro.

I parcheggi sono pensati anche per quelle fermate situate ai margini degli agglomerati abitativi, e che sono dunque raggiungibili con un breve spostamento in auto. La funzione del posteggio è, in questo caso, quella di estendere il raggio di utenza della fermata.

Tra gli interventi sui parcheggi di scambio, oltre a quello già previsto di Casal Monastero (2500 posti auto) per il prolungamento di M2 si segnalano:

  • GRA – 1500 posti, per il futuro prolungamento della M2;
  • Fidene – 500 posti complessivi, ampliamento degli attuali 250, per potenziare il nodo di scambio con la M4;
  • Newton – 500 posti, in prossimità dell’omonimo viale a scorrimento veloce, per scambio con la M4;
  • Magliana GRA – 1000 posti a supporto del nodo di scambio modale a ridosso del raccordo, per scambio con M4;
  • Lago di Traiano – 300 posti, nodo di scambio modale per un futuro collegamento su ferro tra M4 e Fiumicino città;
  • Guidonia Colle Fiorito – 700 posti, insieme a quello di Guidonia, il parcheggio di scambio per chi proviene da est e scambia con M5;
  • Olgiata  500 posti complessivi, di cui 300 aggiuntivi previsti dal progetto Metrovia per potenziare l’attuale offerta a beneficio dei fruitori della M6;
  • Kennedy – 800 posti per i pendolari provenienti da sud, a servizio della M7;
  • Ciampino Aeroporto – con i suoi 1250 posti,  insieme a Kennedy, il parcheggio di scambio a sud di Roma, con M7;
  • Montebello – 600 posti complessivi, di cui  250 aggiuntivi, per potenziare l’attuale offerta a beneficio dei fruitori della M8.