Linea M6

La linea M6 collega la periferia nord della città (capolinea Olgiata) con la stazione Ostiense. La M6 ricalca quasi per intero la tratta urbana dell’odierna FL3.

Linea M6

La linea M6 ha una funzione importante di penetrazione urbana e adduzione sia alla M1 (che incrocia a Valle Aurelia) che a M4 e M10 (che incrocia a Trastevere) per terminare a Ostiense dove i passeggeri possono scambiare con M2 e M9.

Tra Trastevere e Ostiense, essendo un tracciato comune a M4, la M6 consente anche di raddoppiare la frequenza dei convogli, con un evidente beneficio per la mobilità.

La linea è inoltre un cordone connettivo importante, poiché attraversa le stazioni Valle Aurelia, San Pietro, Gemelli, OstienseTrastevere, incrociando le linee M1, M2, M3, M4, M9 ed M9 Express, M10, nonché la ferrovia urbana MO.
Numerosi gli scambi con le linee suburbane: S2, S3, S4, S5, S7 e S8.

Svariati i collegamenti anche con la maglia dei Metrotram: T3, T4, T8, T13, T15, T17, TVA e Archeotram.

Il servizio metropolitano offerto dalla M6 convive sulla stessa linea con l’attuale servizio regionale. La differenza, oltre che nella frequenza, è nell’allestimento dei convogli: entrambi monopiano, con corridoio continuo, 4 porte per lato e incarrozzamento alto, ma di tipo metropolitano per la M6 (con più spazio per i posti in piedi) e di tipo extraurbano (con più spazio per posti a sedere) sul regionale.

Grazie alla realizzazione del binario di precedenza su alcune stazioni, mentre la M6 effettua tutte le fermate, la FL3 (poi S3) è in grado di saltarne svariate, accelerando i tempi per l’arrivo a destinazione.

Per convertire la tratta urbana dell’attuale FL3 a metro di superficie e inserire la M6 nel sistema Metrovia sono necessarie alcune opere di adeguamento e trasformazione:

  • creazione del nodo di scambio FL3-M6 ad Olgiata, con raddoppio banchine e binari;
  • creazione del nodo scambo Pineto – Balduina;
  • miglioramento della connessione fra Ostiense (FL5, M4, M6) e Piramide (M2);
  • realizzazione del binario di precedenza nella stazione esistente de La Giustiniana;
  • creazione delle nuove fermate Villa Pamphili, Braccianense, Cassia Spizzichino, La Giustiniana Sud (le ultime tre con binario di precedenza);
  • adeguamento dei percorsi all’interno della stazione Ostiense.

È poi necessario adeguare la segnaletica e la comunicazione visiva al nuovo servizio integrato.