Linea M5

La linea M5 collega la periferia est della città da Guidonia alla stazione Tiburtina, e comprende l’intera tratta urbana dell’odierna FL2.

Linea M5

La linea M5 ha una funzione importante per un collegamento frequente e capillare con Guidonia. dotando di un trasporto metropolitano una serie di borgate oggi slacciate dal centro città.

Al capolinea di Tiburtina, la linea M5 è collegata con la MO, la M2 e la M4. Lungo il suo percorso, incrocia anche diverse linee Metrotram: T5, T6, T7, T8, T16.
E le linee suburbane S1, S2, S4, S10, S12 e Leonardo Express.

Si sovrappone all’attuale servizio FL2, differenziandosi per la maggiore frequenza e numero di fermate. Alle attuali soste, ne vengono aggiunte altre 4.

I treni a lunga percorrenza e i regionali veloci provenienti da Avezzano, invece, vengono instradati sulla linea dell’Alta Velocità all’altezza di Salone (tratta Salone – Ponte di Nona), anticipando l’attuale immissione che oggi avviene nei pressi di Prenestina, proseguendo senza fermate.

Nel sistema Metrovia, in sostituzione della FL2 nascono due linee suburbane: la veloce S2 da Tivoli a S. Pietro e la più capillare S12 da Guidonia Collefiorito a Civitavecchia. S2 e S12, grazie al possibile raddoppio di alcune stazioni per realizzare il binario di precedenza, da Guidonia possono eliminare molte soste e anticipare l’arrivo a Tiburtina, senza interferire col traffico di Metrovia, con unica fermata comune a Togliatti, nodo di scambio anche con il metrotram T5.

Per convertire la tratta urbana della FL2 sono necessarie alcune opere di trasformazione ed adeguamento:

  • opere connesse alla nuova elettrificazione;
  • percorsi dedicati ai passeggeri Metrovia all’interno della stazione Tiburtina;
  • nuove stazioni da realizzare: oltre a Guidonia Collefiorito in realizzazione, quelle di Portonaccio e Ugo La Malfa con binari di precedenza; i binari di precedenza sono realizzabili anche a Prenestina, Togliatti, Salone e Ponte di Nona. La stazione Bagni di Tivoli, in costruzione, ha tre binari, con il centrale che può essere usato all’occorrenza per precedenze a sensi alternati;
  • nuova immissione con salto di montone, per i treni di lunga percorrenza, dalla linea per Tivoli sulla linea AV da realizzare in corrispondenza dello scalo di Salone.

È inoltre necessario adeguare la segnaletica e la comunicazione visiva al nuovo servizio integrato.