Trastevere

Trastevere è una delle stazioni del nuovo policentrismo.

La stazione Trastevere conserva un ruolo importante nella rete della mobilità, quale hub del bacino ovest del traffico metropolitano e tranviario. Ruolo destinato a crescere nel tempo, con la realizzazione di M10 (la linea D).

Il nodo è attraversato: dalle linee M4 e M6 di Metrovia; dai treni regionali FL3 e FL5; dai Metrotram T3 e T8.

La stazione può essere dotata di un nuovo ingresso da piazzale della Radio, con un trasferimento ettometrico. Questo al fine di estendere una rapida accessibilità al servizio metropolitano anche sul versante Portuense-Marconi.

C’è da considerare che l’area sud, oltre i binari, presenta un utile slargo libero, piuttosto ampio, che in fase progettuale può rivelarsi funzionale alla realizzazione del nuovo ingresso, conferendogli anche un’importanza paragonabile al versante principale.

I sei binari della stazione, secondo il progetto Metrovia, sono occupati come segue: la MO, la FL5, i treni merci e la lunga percorrenza provenienti dalla linea Tirrenica transitano sui binari 1 e 2; la M4 transita su 4 e 5; mentre i binari 3 e 6 accolgono la M6 e la FL3.

Per adeguare il nodo di Trastevere sono necessarie le seguenti opere:

  • realizzazione nuovo ingresso lato sud;
  • collegamento sotterraneo con piazza della Radio;
  • realizzazione delle nuove banchine rialzate per i treni Metrovia;
  • due ingressi;
  • un parcheggio auto;
  • una pista ciclabile.

È inoltre necessario adeguare la segnaletica e la comunicazione visiva al nuovo servizio integrato.