Portonaccio

Portonaccio è un nodo prossimo a Tiburtina, di cui anticipa alcuni scambi.

Il nodo offre uno scambio veloce tra due linee e rappresenta una valida alternativa a Tiburtina. Quest’ultimo può infatti risultare più lontano e sicuramente più macchinoso per via della maggiore distanza tra i binari.
E’ utile sia per incrementare l’effetto rete, sia per consentire l’accesso al servizio agli abitanti delle zone limitrofe a via di Portonaccio e via di Pietralata.

Portonaccio è la prima e più veloce occasione di scambio fra le linee M4 e M5, per chi proviene da sud e da est. Inoltre si trova vicino alla fermata del Metrotram T6.

La fermata è situata sotto il cavalcavia di raccordo tra la bretella dell’A24 e la Tangenziale est: con una contenuta deviazione dei binari più esterni, è possibile realizzare due banchine una banchina centrale per ciascuna delle due linee M.

Sono previsti due ingressi.
Uno da vicolo d’Aste: sotto l’anello delle rampe stradali esistono ampio spazio ed altezza sufficiente per riqualificare tutta la zona residuale (percorsi, verde e illuminazione) e realizzare atrio di stazione, tornellerie e l’accesso ai binari.
L’altro è sul versante della tangenziale ed è raggiungibile riutilizzando i percorsi e le passerelle pedonali che la sormontano e che conducono a quello che un tempo era l’ingresso principale del Cimitero del Verano.

La fermata delle M può dunque diventare anche l’occasione per riattivare quell’accesso al cimitero.

Per realizzare il nodo di scambio sono necessarie le opere seguenti:

  • due banchine ad incarrozzamento alto (con eventuale lieve deviazione di un breve tratto di binario esterno), con relative pensiline;
  • un breve sottopasso di collegamento;
  • due ingressi;
  • riqualificazione delle aree circostanti.