Libia - Nomentana

Il nuovo nodo di scambio Libia – Nomentana mette in collegamento le linee M2 (fermata Libia), M4 (fermata Nomentana) ed MO (Circle Line).

Libia Nomentana nasce dal collegamento di due stazioni vicine esistenti, intervento “dimenticato” quando si è realizzata la diramazione B1.

Il nodo è attraversato: dalle linee M2, M4 di Metrovia e dalla ferrovia urbana circolare MO.
La FL1, che oggi sosta alla stazione, nel nuovo sistema non effettua fermata per accelerare il percorso.

Attualmente, le stazioni Libia della Metro B e Nomentana della FL1 distano, in linea d’aria, appena 350 metri. Ma non sono collegate e neppure esiste una comunicazione visiva efficace in grado di indirizzare il viaggiatore da una fermata all’altra.

Per creare il nodo di scambio occorre realizzare un collegamento pedonale sotterraneo con tapis roulant che corra parallelo alla metro B su viale Libia e poi su viale Etiopia.
Per ottimizzare l’accesso al servizio, bisogna inoltre prevedere anche un ingresso a metà tra le due stazioni, su piazza Gondar.
Nel complesso dell’intervento rientra anche la riattivazione della precedente Stazione Nomentana, sita su via Val d’Aosta: qui ferma la M4, mentre le banchine attualmente servite dalla FL1 continuano ad essere appannaggio del treno regionale.

Il collegamento sotterraneo tra le due fermate è inoltre l’occasione per estendere in sotterranea l’arteria di negozi e boutique di viale Libia, con la creazione di un asse commerciale ipogeo.

Per realizzare il nodo di scambio sono necessarie le opere seguenti:

  • scavo del collegamento ipogeo ettometrico tra le stazioni Libia e Nomentana (400 mt);
  • nuovi accessi da piazza Gondar e atrio di stazione;
  • riqualificazione stazione Nomentana su linea merci.

È inoltre necessario adeguare la segnaletica e la comunicazione visiva al nuovo servizio integrato.