Lago di Traiano

Lago di Traiano è strategica per Fiumicino e per il sito archeologico.

Si tratta di una fermata basilare, soprattutto per la città di Fiumicino, oggi del tutto scollegata da Ostia, da Roma e dal suo stesso aeroporto.

È ipogea, in quanto la linea di superficie, per dirigersi al Terminal Est dell’aeroporto e scavalcare la ferrovia, viene realizzata sottoterra per l’ultimo tratto.

Lago di Traiano è servita dalla M4 e dal Metrotram T12.

Posizionata all’altezza dell’omonimo viale, poco distante dal bacino esagonale dell’antico Porto di Traiano, è dotata di un parcheggio di scambio da 300 posti.

E’ essenziale per Fiumicino poiché, grazie al T12 (che percorre lo stesso tratto della ex linea ferroviaria) in questo punto c’è il collegamento con la M4, e cioè con Roma e con l’aeroporto.

Infine Lago di Traiano è anche meta turistico-culturale, fornendo l’accesso all’antico porto romano.
Con l’utilizzo di questa fermata e della fermata Ostia Antica di M9, si potrebbe attivare la possibilità di una visita congiunta ai due siti archeologici degli scavi di Ostia e del Porto di Traiano con giro in barca sul Tevere, l’Archeoboat di collegamento. Con origine e destinazione Roma Ostiense (con M4 e M9), oppure Ostia o Fiumicino città (M9 e T12).
Un’innovazione nella fruizione dei siti che potrebbe renderli con grado di attrazione almeno pari a quello di Pompei ed Ercolano, aggiungendo alla visita archeologica la gita in barca e l’escursione naturalistica nell’antico porto.

Per realizzare la nuova fermata sono necessarie le opere seguenti:

  • due banchine laterali a incarrozzamento alto con pensiline;
  • collegamenti aerei e/o sotterranei con le sedi stradali;
  • due accessi dal parcheggio.