Porta Furba Acquedotto Felice

Il nuovo nodo di scambio Porta Furba – Acquedotto Felice collega M1 e M7,
facilitando i collegamenti con Ciampino e decongestionando M1 da Porta Furba a Termini.

La realizzazione della fermata Acquedotto Felice sulla M7, insieme alla creazione del nodo di scambio, offre ai viaggiatori della M1 un collegamento più veloce con Ciampino. Consente inoltre al bacino d’utenza di raggiungere Termini più rapidamente con la M7 (5 fermate invece di 9), alleggerendo il carico gravante su M1.

Il nodo è attraversato dalle linee M1 e M7 di Metrovia; le linee suburbane sono solo passanti, senza sosta.

Il nodo si compone della fermata Porta Furba (sulla linea M1) e della nuova fermata Acquedotto Felice, da realizzare a 300 metri di distanza lungo il tracciato della linea M7.
Le due stazioni sono collegate con un tapis roulant sotterraneo lungo via dei Levii, senza uscita dai tornelli.

Gli accessi alla nuova fermata sono all’incrocio tra via dei Levii e via Lucio Mario Perpetuo, via Opita Oppio e accessibili dal Quadraro e dall’opposto agglomerato dell’Acquedotto Felice.

Il sedime dei binari, comprensivo della fascia di rispetto, ha spazio per ospitare le banchine.

È inoltre da realizzare un tratto ciclopedonale che si snodi dalla ciclabile Tuscolana e, superando la ferrovia in parallelo al sottopasso di stazione, colleghi i due versanti abitati.

Opere necessarie:

  • due banchine a incarrozzamento alto con pensiline;
  • un sottopasso di collegamento tra le banchine;
  • un collegamento sotterraneo ettometrico tra Acquedotto Felice e Porta Furba lungo via dei Levii;
  • due ingressi dal piano stradale;
  • un tratto ciclopedonale da via Tuscolana, che serva gli accessi e superi la ferrovia.

È inoltre necessario adeguare la segnaletica e la comunicazione visiva al nuovo servizio integrato.